Condizionale Passato

Condizionale Passato

Il condizionale passato indica situazioni ed eventi considerati solo come potenziali e subordinati ad una condizione (al posto tuo avrei fatto diversamente).

Oltre ad indicare eventi non più possibili, viene usato per indicare il futuro nel passato (immaginavi che avrei fatto diversamente?).

 Questa forma verbale si coniuga combinando le forme del condizionale presente degli ausiliari avere o essere con il participio passato del verbo in questione:

avrei cantato, avresti cantato, avrebbe cantato,

avremmo cantato, avreste cantato, avrebbero cantato;

oppure:

sarei andato/a, saresti andato/a, sarebbe andato/a,

saremmo andati/e, sareste andati/e, sarebbero andati/e.

Per il resto, la coniugazione segue le particolarità del passato prossimo.

Uso

La differenza tra il condizionale presente ed il condizionale passato viene illustrata, seguendo criteri temporali. Secondo questa interpretazione, il condizionale esprimerebbe una possibilità passata, e in questo si distinguerebbe dal condizionale presente:

  • con una vincita al lotto avrei comprato una barca (‘in passato’).
  • con una vincita al lotto comprerei una barca (‘non in passato’).

Va però aggiunto che il condizionale passato può indicare un’azione non realizzabile anche nel futuro:

  • il prossimo fine settimana avrei fatto volentieri un salto alla vostra festa, ma purtroppo ho da fare.

Oltre ad indicare eventi la cui realizzazione dipende da una determinata condizione, il condizionale passato è anche la forma più adatta ad indicare il futuro nel passato:[3]

  • Ieri era tardissimo, ma sapevo lo stesso che saresti venuto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>